Trump più morbido su caso Zte: Borsa di Hong Kong scatta in avanti

14 Maggio 2018, di Mariangela Tessa

Svolta positiva nella vicenda Zte, il produttore cinese di smartphone, a cui è stato bandito per sette anni il mercato Usa. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha promesso ieri che collaborerà con il suo omologo cinese, Xi Jinping, per dare gruppo “il modo di tornare rapidamente in affari” negli Usa.

“Troppi posti di lavoro persi in Cina”, ha scritto Trump su Twitter. “Il dipartimento del Commercio ha ricevuto istruzioni di risolvere la questione”.

L’apertura, che fa fare un bel balzo alla Borsa di Hong Kong, arriva dopo che Pechino ha chiesto un allentamento delle sanzioni Usa a Zte, che a causa del divieto alle forniture di componenti dagli Usa, ha dovuto arrestare interamente le proprie attività produttive in Cina. L’indice Hang Seng guadagna l’1,1% a quota 31.463,63 mentre l’indice composito di Shanghai avanza dello 0,2% a 3.168,845 punti.