Treni in ritardo: ok del Parlamento a risarcimenti più alti

16 Novembre 2018, di Mariangela Tessa

Stretta del Parlamento Ue sul “far west” ferroviario, che ieri ha votato a favore di un pacchetto di proposte che mirano a rafforzare i diritti dei viaggiatori ferroviari. Primo fra tutti, il maggiore indennizzo in caso di ritardo dei treni.

In base al testo adottato dalla Plenaria dell’Eurocamera a Strasburgo, i passeggeri avranno diritto al 75% del prezzo del biglietto per un ritardo di un’ora e mezza (oggi 25% per ritardi tra una e due ore) e al 100% del prezzo del biglietto per ritardi superiori alle due ore (oggi 50%). Gli eurodeputati hanno anche aumentato il risarcimento per i ritardi superiori a un’ora dal 25% attuale al 50% del prezzo del biglietto,