Tim, confermati 6500 esuberi

14 Marzo 2018, di Livia Liberatore

Tim ha confermato ai sindacati il piano, anticipato alla fine dell’anno, di 6.500 esuberi con 2.500 esodi incentivati e 4.000 prepensionamenti, oltre al ricorso alla cosiddetta “solidarietà” espansiva di 20 minuti al giorno finalizzata all’assunzione di 2.000 lavoratori. In assenza di un accordo con i sindacati, hanno detto i vertici dell’azienda, si procederà unilateralmente alla cassa integrazione straordinaria. I rappresentanti dei lavoratori hanno risposto che non intendono accettare la proposta senza che vi sia un quadro chiaro della situazione aziendale e politica e hanno chiesto di aspettare l’esito dell’assemblea degli azionisti del 24 aprile.