Tassi manipolati: 7 grandi banche pagano cifra record per risolvere causa

4 Maggio 2016, di Alessandra Caparello

NEW YORK (WSI) -Sette delle più grandi banche del mondo hanno accettato di pagare  324 milioni di dollari per risolvere una causa in cui sono accusati di aver alterato il tasso benchmark usato in un mercato di 553 milioni di dollari di prodotti derivati ISDAfix.

L’accordo è stato reso pubblico ieri e richiede l’approvazione del tribunale competente sui reclami antitrust. Le banche interessate sono Bank of America Corp, Barclays, Citigroup,  Credit Suiss, Deutsche Bank, JPMorgan Chase & Co e Royal Bank of Scotland Group .

Diversi fondi pensione e fondi comuni hanno accusato le banche di aver sottoscritto segretamente un accordo che creava di fatto un cartello che impediva una reale concorrenza.  In particolare gli istituti avrebbero effettuato scambi di valori immediatamente prima della fissazione quotidiana dei tassi.

In base all’accordo, i pagamenti verranno così ripartiti: 52 milioni dalla JPMorgan, 50 milioni ciascuno per Bank of America, Credit Suisse, Deutsche Bank e RBS, 42 milioni da Citigroup e infine 30 milioni da Barclays.