State Street, fiducia degli investitori globali in aumento a marzo

28 Marzo 2019, di Alberto Battaglia

Migliora la fiducia degli investitori su scala globale, con l’Europa in controtendenza. Lo attesta il sondaggio State Street di marzo: l’Investor Confidence Index infatti ha guadagnato 0,4 punti a 71,3 con un incremento più deciso della media globale in Nord America  (da 66,2 a 68,3 punti). In Europa l’indice ha riportato un calo pari a 7,8 punti, a quota 88,4, mentre in Asia l’Ici si è attestato a 100 punti, con un incremento di 3,6 punti. 

“Gli investitori continuano ad affrontare crescenti rischi politici, tra cui la possibilità di un’“hard Brexit”, l’interruzione dei negoziati commerciali tra Usa e Cina, e l’eventuale vittoria dei populisti alla prossime elezioni europee a maggio. Sembra che l’aumento dell’incertezza stia causando un calo della propensione al rischio degli investitori nordamericani ed europei”, ha dichiarato Kenneth Froot di State Street Associates, divisione di servizi di ricerca e consulenza di State Street Global Exchange. (…) La fiducia degli investitori è ulteriormente diminuita in Europa a causa del continuo deterioramento delle notizie sui fondamentali“, ha commentato Michael Metcalfe, senior managing director e responsabile Global Macro Strategy, State Street Global Markets.