S&P: volatilita’ mercati rischia di rallentare Pil Eurozona

22 Febbraio 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – La volatilita’ dei mercato finanziari, generato soprattutto dallo stato di salute delle banche, aggiunge nuovi rischi al ribasso per le previsioni di crescita dell’Eurozona.

E’quanto scrivono gli analisti dell’agenzia di rating Standard & Poor’s in un rapporto periodico sull’andamento dell’economia nell’area EMEA. Il Pil dell’area è cresciuto dello 0,3% nell’ultimo trimestre del 2015 e dell’1,5% nell’intero anno confermando un rallentamento che trova un parallelo nella dinamica dell’indice PMI.

Nonostante le prospettive di una domanda domestica UE ancora solida quest’anno, una quantità di fattori  rischia di intaccare la fiducia degli investitori e delle imprese.

Tra queste la crescente preoccupazione, l’elevato stock di sofferenze nel credito Ue ha colpito sui mercati i titoli bancari i cui bond hanno visto un rapido incremento degli spread mentre le azioni scivolavano sui minimi del 2012.