S&P, Italia ha meno da perdere in caso di Brexit

9 Giugno 2016, di Alberto Battaglia

“Chi ha più da perdere dalla Brexit?” recita il titolo dell’ultima ricerca dell’agenzia Standard & Poor’s, la risposta, per quanto ci riguarda, è abbastanza rassicurante: l’Italia, assieme all’Austria, è il Paese che ha la minor esposizione alle conseguenze negative della Brexit. Vale il contrario, invece, per l’Irlanda, Malta, Lussemburgo e Cipro, che hanno rapporti molto più stretti con il Regno Unito. “L’Irlanda e altri piccoli centri finanziari aperti”, scrive in una nota Frank Gill, analista creditizio di S&P, “guidano la lista degli stati vulnerabili a una decisione del Regno Unito di uscire dalla Ue. Dei 20 Paesi più esposti solo due, Canada e Svizzera, non sono membri Ue e solo uno, il Canada, non è europeo”