Shell e Bg si fondono: a casa altri 2.800 dipendenti, 10mila in tutto

14 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

Si prospetta un Natale difficile per migliaia di lavoratori dell Royal Dutch Shell e di BG. La società petrolifera ha annunciato tagli del personale intorno alle 2800 unità non appena il takeover di Bg (del valore di 47 miliardi di sterline) sarà completato.

Si sta pianificando una “razionalizzazione degli uffici” che significa quasi certamente imminenti chiusure. Complici anche i prezzi del petrolio in caduta libera, il gruppo ha avviato un imponente piano di riduzione dei costi.

I licenziamenti sono parte di una revisione complessiva delle strategie di Shell che, con questa fusione, manderà a casa almeno 10mila persone. A quanto dichiara la compagnia:

Queste riduzioni [di 2.800 unità] sono da aggiungersi a quelle già annunciate di 7.500 posizioni a livello globale.