Scorte all’ingrosso ai minimi di un anno: Pil Usa rischia di deludere

8 Marzo 2017, di Daniele Chicca

Non inizia nel migliore dei modi il 2017 per l’economia made in Usa. Dopo i balzi registrati a novembre e dicembre, le scorte all’ingrosso si sono inaspettatamente contratte a gennaio negli Stati Uniti, registrando una variazione negativa dello 0,2% su base mensile. Sono i dati peggiori da febbraio dell’anno scorso. Le attese erano per un incremento delle scorte.

Sempre su base tendenziale a dicembre e novembre le scorte all’ingrosso hanno fatto segnare un aumento dello 0,9% e dell’1%, rispettivamente. Le vendite dei gruppi all’ingrosso si sono ridotte dello 0,3% a gennaio mentre a dicembre erano cresciute del 2,4%. Dopo che ieri la Fed di Atlanta ha ridotto le sue stime sul Pil all’1,3% dall’1,8% nel primo trimestre, citando fattori come le scorte, aumentano i rischi che la prima economia al mondo deluda nel primo quarto dell’anno.