Scomparsa gionalista Khashoggi, ora Trump difende l’Arabia Saudita

17 Ottobre 2018, di Mariangela Tessa

Il presidente Usa Donald Trump cambia i toni sul caso Jamal Khashoggi e difende l’Arabia Saudita rispetto alle accuse di aver ordinato l’uccisione del giornalista dissidente, scomparso dallo scorso 2 ottobre. L’ultima volta era stato visto entrare nel consolato saudita di Istanbul, in Turchia. In un’intervista, Trump ha affermato:

“Penso che si debba scoprire prima cosa sia successo ancora una volta siamo alla colpevolezza prima della dimostrazione dell’innocenza. Abbiamo passato una cosa simile con il giudice Kavanaugh e lui è sempre stato innocente per quel che mi riguarda”.