Saipem chiude aumento di capitale con 12,2% di inoptato

12 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Chiuso l’aumento di capitale per Saipem con 87,8% di adesione delle azioni offerte per un controvalore pari a 3,073 miliardi di euro ai 3,5 miliardi previsti per la ricapitalizzazione. Il titolo a Piazza Affari cede al momento -5,46% sul Ftse Mib a 0,3011 euro, dopo essere stato sospeso per eccesso di ribasso nei primi minuti di contrattazioni, con un calo teorico -11% a 0,2828 euro.

Hanno sottoscritto la quota di loro pertinenza dell’aumento di capitale, pari al 42,9% del capitale di Saipem, Eni e Fondo Strategico Italiano. Ma si ritiene plausibile che altri soci rilevanti del gruppo petrolifero, tra cui il fondo Dodge & Cox e People’s Bank of China, abbiano aderito alla ricapitalizzazione.

L’inoptato è pari al 12,2%, garantito dal consorzio di collocamento e verrà offerto in sottoscrizione al mercato tra il 15 e il 19 febbraio.