Russiagate: Trump licenzia il ministro della giustizia Sessions

8 Novembre 2018, di Mariangela Tessa

All’indomani del voto midterm, Donald Trump licenzia  il ministro della Giustizia Jeff Sessions, che si è dimesso con effetto immediato, su richiesta del presidente Usa. Lo riportano i media americani.

Sessions, uno dei primi sostenitori di Trump nel 2016, è nel mirino del presidente da mesi, da quando ha annunciato la sua astensione alle indagini sul Russiagate.

Sessions ha consegnato le sue dimissioni al capo dello staff della Casa Bianca, John Kelly.