Russia tornerà presto a emettere bond, sentite 25 banche

8 Febbraio 2016, di Alberto Battaglia

La Russia si prepara a emettere nuovamente bond, dopo lo stop iniziato il settembre 2013 e mai interrotto dopo l’annessione illegale della Crimea nel 2014; lo riferiscono fonti del Ft e di Bloomberg. Venticinque banche di nove diversi paesi sono state contattate da Mosca per assicurare la domanda alla prossima emissione di titoli di stato.
Le difficoltà del bilancio pubblico russo, determinate dal calo dei prezzi del petrolio, stanno costringendo il governo a cercare nuove fonti di finanziamento. Nei piani del Cremlino ci sono anche privatizzazioni parziali dei colossi dell’energia pubblica, come Rosneft e Transneft.

Nel 2013, anno di ultima emissione di bond russi, le risorse raccolte ammontarono a 7 miliardi di dollari.