Russia lascia Corte penale internazionale: “organo non indipendente”

16 Novembre 2016, di Daniele Chicca

Siccome “non è all’altezza delle speranze” e non è diventato un “organo realmente indipendente ed autorevole della giustizia internazionale”, la Russia ha deciso di abbandonare la Corte penale internazionale. Lo ha annunciato in un comunicato molto freddo il ministero russo degli Esteri.

L’ufficializzazione è avvenuta nel momento in cui il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un ordine sul ritiro della Russia dalla lista dei Paesi firmatari dello Statuto di Roma della Corte penale internazionale dell’Aia, il tribunale che si esprime sui crimini più seri commessi a livello mondiale (come genocidio e crimini di guerra).