Rosneft, Russia vende quota a Qatar e Glencore per $11,3 miliardi

8 Dicembre 2016, di Daniele Chicca

La Russia ha venduto la sua quota nel colosso energetico Rosneft al fondo sovrano del Qatar e a Glencore per 11 miliardi e 300 milioni di dollari circa. I due acquirenti si spartiranno la percentuale del 19,5% nel capitale di Rosneft, che prima era a controllo statale.

L’operazione Rosneft, il primo produttore di petrolio russo, è anche il maggiore investimento straniero in Russia da quando è scoppiata la crisi in Ucraina con conseguente guerra civile nell’est del paese tra ribelli filo russi e forse governative pro europee. È un’altra vittoria per il presidente Vladimir Putin, che riesce così a scansare le sanzioni economiche imposte da Usa e Ue. Rosneft era stata infatti una delle società prese di mira dalle misure punitive dell’Occidente contro la Russia.