Risparmio gestito chiudera’ anno in positivo, a novembre raccolti 3,3 miliardi

22 Dicembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – L’industria del risparmio gestito italiano si appresta a chiudere  il 2016 con un saldo di raccolta netta positivo. E’ quanto si deduce guardando i dati dei primi 11 mesi dell’anno resi noti dall’Ufficio Studi di Assogestioni, periodo durante il quale sono stati raccolti oltre 54,3 miliardi di euro portando gli asset complessivi dell’industria oltre i 1.902 miliardi di euro.

A guidare i flussi soprattutto i fondi di lungo termine che nel corso dell’anno hanno raccolto oltre 32 miliardi di euro, grazie soprattutto ai 16,7 miliardi registrati dai prodotti obbligazionari e ai 14,3 miliardi dei prodotti flessibili. Si apprestano a chiudere l’anno con numeri particolarmente positivi anche le gestioni di portafoglio istituzionali che tra gennaio e novembre hanno registrato flussi pari a circa 21 miliardi di euro.

“Ci avviciniamo alla fine dell’anno con risultati in costante crescita” ha commentato Massimo Mazzini, Responsabile Direzione Marketing e Sviluppo Commerciale di Eurizon Capital.  “Con 2,6 miliardi di raccolta netta a novembre Eurizon Capital registra il dato mensile più elevato nel 2016. I flussi netti positivi continuano a essere accentrati principalmente sui fondi comuni obbligazionari e flessibili che incontrano le esigenze dei risparmiatori alla ricerca di nuove soluzioni d’investimento. In un contesto caratterizzato da tassi bassi e momenti di incertezza, manteniamo alta l’attenzione all’innovazione di prodotto e di servizio per rimanere vicini ai bisogni dei clienti.”