Risparmio, agli italiani inflazione e recessione fanno più paura della guerra

21 Aprile 2022, di Redazione Wall Street Italia

Gli italiani temono l’inflazione e la recessione più della guerra, il trend è emerso dall’ultimo Osservatorio Findomestic.

L’inflazione e la recessione (71% totale delle risposte) preoccupano più della guerra (51%), quasi 9 italiani su 10 continuano a percepire una crescita dei prezzi e solo il 27% delle famiglie (livello più basso degli ultimi due anni) ritiene che questo sia un buon momento per fare acquisti importanti. Pur con questi timori, l’Osservatorio Findomestic di aprile, realizzato dalla società di credito al consumo del gruppo BNP Paribas in collaborazione con Eumetra rileva che, rispetto al mese di marzo, le intenzioni di acquisto a tre mesi sono tornate a crescere in tutti i segmenti tranne nel settore delle auto usate.

“Nonostante il difficile contesto – commenta Claudio Bardazzi, responsabile Osservatorio Findomestic – gli italiani non rinunciano a programmare acquisti, anche importanti, a breve termine: dopo la discesa di marzo, aprile mostra intenzioni d’acquisto in crescita in quasi tutte le categorie monitorate. La casa resta al centro dei progetti di spesa, ma anche l’auto è in ripresa (+13,7%) sull’onda dell’annuncio dei nuovi incentivi governativi”.