Riforma Pop: De Benedetti parlò con Renzi. Procura archivia il caso

10 Gennaio 2018, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – La procura chiede l’archiviazione del caso che vede protagonisti l’ingegnere Carlo De Benedetti e Matteo Renzi, oggetto del contendere la riforma delle popolari.

“Quindi volevo capire una cosa… salgono le Popolari?”. “Sì su questo, se passa un decreto fatto bene, salgono”. “Passa, ho parlato con Renzi ieri, passa”.

Questa la conversazione tra l’ingegnere è Gianluca Bolengo, banker di Intermonte sim, riferita da La Stampa e avvenuta 4 giorni prima che il consiglio dei ministri guidato dallallora premier Matteo Renzi approdò il decreto sulla riforma delle popolari che impone a queste di trasformarsi in società per azioni. A rilevare che la Intermonte sim, per conto della Romed (società di De Benedetti), compra itoli delle Popolari per 5 milioni realizzando una plusvalenza di 600 mila euro, è la Consob che però archivia il caso e lo passa alla procura.

In Procura De Benedetti si difende affermando di non aver appreso nei suoi colloqui informazioni rilevanti, ma soltanto genericamente di un intervento sulle Popolari. Dal canto loro sia Renzi che Panetta, vice direttore di Bankitalia confermano gli incontri con De Benedetti ma mai hanno detto a questi qualcosa in merito.

Non fu riferito a De Benedetti nulla di specifico sui tempi e sullo strumento giuridico dell’intervento.