Renzi: Unione europea? “Come l’orchestra che suona sul Titanic”

10 Febbraio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – “L’Unione europea è come l’orchestra che suona sul Titanic. Abbiamo fatto delle riforme e siamo nella posizione di dire ai nostri partner europei: ‘Amici, noi possiamo cambiare questo approccio burocratico errato'”. E’ quanto ha riferito il premier Matteo Renzi in un’intervista rilasciata a Bloomberg.

Renzi ritiene che Bruxelles dovrebbe imporre minori limiti di bilancio, cercando una soluzione alle tensioni sociali esplose con la crisi dei migranti  e anche per liberare risorse per l’ invio di truppe in Libia. L’Ue, secondo il premier, dovrebbe  mostrarsi inoltre più aperta a una riconciliazione con la Russia

L’Italia non ha risolto tutti i suoi problemi, ma ha dimostrato negli ultimi due anni che tutto è possibile”. Per questo: oggi abbiamo fatto le riforme e siamo nella posizione di dire ai nostri partner Ue: ‘Amici, possiamo cambiare questo errato approccio burocratico”.