Renzi: Dpcm su Fase 2 è “uno scandalo costituzionale”

28 Aprile 2020, di Alberto Battaglia

Matteo Renzi, leader di Italia Viva e membro della maggioranza di governo, ha lanciato un duro attacco al decreto del presidente del Consiglio che predispone le regole per la Fase 2 della lotta al coronavirus, che diverrà operativo a partire dal 4 maggio.

Renzi, in un’intervista a Repubblica, ha definito l’ultimo provvedimento di Giuseppe Conte come “uno scandalo costituzionale” e ha annunciato: “Trasformiamo il testo in un decreto e portiamolo in Parlamento”.

“Non si rendono conto che in autunno ci sarà una carneficina di posti di lavoro. Ma in ogni caso il testo è un errore politico, economico e costituzionale. Politico perché delega al comitato tecnico scientifico una scelta che è politica: contemperare i rischi. Lo scienziato ti dice che c’è il coronavirus, il politico decide come affrontarlo. E se in Umbria o Alto Adige non ci sono contagi – precisa il leader di Italia Viva – queste regioni non possono avere le stesse restrizioni della provincia di Piacenza”.