Referendum, Renzi: “Mio calo di popolarità fisiologico”

5 Ottobre 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – “Il mio calo di popolarità è fisiologico. Ne ho parlato anche con Barack Obama”. Così il premier Matteo Renzi ai microfoni di Radio Capital.

“I momenti di più alto consenso sono all’inizio e alla fine del mandato, quando i cittadini ti mettono a confronto con i potenziali sfidanti. La stampa mi critica, fa giustamente il cane da guardia. Ma sento un consenso nel Paese, ci sono tante persone che ci credono”.

In merito poi al referendum, Matteo Renzi spiega le ragioni del Sì:

“Se vince il Sì tagliamo le poltrone dei senatori e del Cnel che finora è costato un miliardo. Se vince il No il bicameralismo resterà così per sempre. Li vedete i senatori che di fronte al responso popolare per lasciare le cose come stanno si tagliano le poltrone? E’ una scelta secca, Si o No, non c’è la casella ‘riprova sarai più fortunato’ Certo, i sondaggi sono ancora testa a testa ma i sondaggi non parlano delle persone indecise, e di quelle che ancora non sono informate. I fan del No, quelli di Brunetta e Grillo, sono già schierati. Ma ci sono tutti gli altri e la campagna è appena iniziata…”