Previsioni Ue: Italia cresce a ritmo più lento. Ecco le anticipazioni

4 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

BRUXELLES (WSI) – Oggi la Commissione Ue presenterà le previsioni economiche d’inverno e – come anticipato da La Stampa – non si mette bene per il nostro paese.

Se l’Europa appare in ripresa anche se i rischi sono dietro l’angolo, l’Italia cresce ma ad un ritmo più lento rispetto agli altri paesi Ue. Si ipotizza così una possibile crescita del nostro paese nel 2016 all’1,4%, dato in miglioramento rispetto allo 0,8 dell’anno passato, ma in leggero calo rispetto all’1,5% promesso in ottobre. Il deficit pubblico previsto sale dal 2,3 al 2,5% del Pil.

“L’Italia comunque cresce, cosa che non succedeva da alcuni anni. Il problema è che cresce meno della media dell’Ue. E questo non fa che aumentare il divario fra noi e i Paesi migliori. Se poi aggiungiamo il clima negli ultimi tempi non proprio sereno fra Roma e Bruxelles, le preoccupazioni non mancano. Senza dimenticare che il problema numero uno in Italia resta quello dei senza lavoro. Soprattutto fra i giovani”.