Poste italiane: nessuna intenzione di cedere Poste Mobile

4 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

Poste Italiane smentisce le indiscrezioni pubblicate sul Corriere della Sera, secondo le quali la società sarebbe in procinto di chiudere Poste Tributi e, soprattutto, di cedere Poste Mobile, primo operatore virtuale italiano. Lo comunica una nota ufficiale nella quale si legge che:

Il processo di semplificazione della struttura societaria, avviato da tempo, non include allo stato piani per la dismissione di Poste Mobile, né per la chiusura di Poste Tributi

Il titolo quotato in Borsa è in perdita, al momento, dell’1% ed è scambiato a 7,065 euro.