Politiche della BCE danno la carica ai titoli bancari. Equita: “ridotti gli effetti sui bilanci”

13 Settembre 2019, di Mariangela Tessa

Le nuove mosse in chiave espansiva della Banca centrale dannosa carica ai titoli delle banche italiane, che stanno trainando piazza Affari. In testa ci sono le big UniCredit (+3,1%), seguita da Ubi (+2,8%) e Intesa Sanpaolo (+2%).

Secondo gli analisti di Equita, le nuove misure di politica monetaria targate Bce avranno un ‘effetto limitato sui fondamentali delle banche: stimiamo minori costi sulla liquidita’ in eccesso per 156 milioni, che potrebbero aumentare a 257 milioni, che però dovrebbero essere quasi interamente compensati dalla riduzione di 10 punti base nella deposit facility che potrebbe portare a una ulteriore riduzione dell’Euribor’. Ma il futuro resta incerto. Per dirla con gli analisti di Mps, ‘Draghi lancia il Qe e passa la palla alla Lagarde e ai governi’.