Pmi Eurozona, bene i servizi in Germania ma manifatturiero fiacco

22 Marzo 2016, di Daniele Chicca

Dopo la Francia è stata la volta della Germania, il cui Pmi ha offerto un quadro contrastato per la locomotiva economica dell’area euro. Se da un lato il settore dei servizi è volato a marzo, il manifatturiero ha accusato un marginale rallentamento.

Il Pmi manifatturiero si è infatti attestato a quota 50,4, in calo dal 50,5 di febbraio. Un livello superiore ai 50 punti indica comunque un’espansione dell’attività. Le notizie positive sono invece arrivate dal terziario, con il Pmi dei servizi che ha registrato un miglioramento a 55,5 punti dai 55,3 del mese precedente, issandosi ai massimi di tre mesi. L’indice composito è rimasto invariato a 54,1 punti.