Pil Usa, le attese sono per un dato deludente nel primo trimestre

28 Aprile 2017, di Daniele Chicca

Manca solo un’ora all’appuntamento clou dei giornata per i mercati. Alle 14.30 italiane i trader ne sapranno di più sullo stato di salute della prima economia al mondo. Dopo una crescita relativamente modesta nel 2016 (+1,6%), il 2017 è partito con dati macro decisamente contrastanti e l’idea di fondo è che il risultato sarà fiacco per la prima economia al mondo. Le stime dei mercati sono per un avanzamento dell’1% dopo il +2,1% del trimestre precedente.

Se da un lato la fiducia di aziende e consumatori indicano una crescita solida dell’economia, le cifre su vendite al dettaglio, ordini di beni durevoli e vendita di case suggeriscono che il tasso di crescita del Pil sarà molto basso. Il vero timore degli investitori è che una crescita troppo limitata del Pil possa tradursi in un indebolimento del mercato del lavoro. La Fed di Atlanta prevede un rialzo di appena il +0,2% del Pil nel primo quarto del 2017.