Pil 2017: Fitch alza stime sull’Italia, crescita più forte dal 2010

3 Ottobre 2017, di Daniele Chicca

Buone notizie per l’economia italiana: dopo che l’Istat ha fatto sapere che le aspettative di crescita per i prossimi mesi appaiono favorevoli, Fitch ha alzato le sue stime per l’anno in corso. L’agenzia di rating stima che il Pil si espanderà dell’1,4% nel 2017 e non più dell’1,2% come previsto a giugno. Nel 2018 l’espansione dell’attività dovrebbe essere dell’1,1% (e non più dell’1%).

Fitch nota come la crescita attesa per quest’anno, rivista in meglio sulla base di un attesa di espansione dello 0,5% nel terzo trimestre, “sarebbe la più forte dal 2010“. Stando alle statistiche dell’Istat nel secondo trimestre ha visto un incremento del Pil su base annuale dell’1,5%, un quadro congiunturale che è coerente con le stime del governo per il 2017.

Secondo l’agenzia di rating americana “la crescita degli investimenti ha beneficiato degli incentivi fiscali” mentre “è probabile che la crescita dei consumi sia limitata dal declino della crescita reale dei salari”. L’export, la cui ripresa è stata favorita dai paesi esterni all’Eurozona, potrebbe risentire del rallentamento in Cina e del rafforzamento dell’euro.