Piazza Affari, Luxottica in asta. Poi apre e mette il turbo con +8% dopo conti

25 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Non solo MPS. Nei primi minuti di contrattazioni dall’avvio della seduta a Piazza Affari anche Luxottica non riesce a fare prezzo, dopo la pubblicazione dei risultati di bilancio, per poi aprire e balzare di ben l’8% sull’indice indice Ftse Mib.

Luxottica ha reso noto nella serata di ieri di aver chiuso il terzo trimestre con ricavi adjusted per 2,225 miliardi, in crescita dell’1,4% a cambi costanti (+1,2% a cambi correnti).

Il fatturato dell’azienda è stato trainato dai risultati dell’Europa e di alcuni mercati emergenti, dall’accelerazione del retail e da un’estate prolungata che ha favorito il successo delle nuove collezioni.

Così hanno commentato i risultati Leonardo Del Vecchio, presidente esecutivo, e Massimo Vian, amministratore delegato prodotto e operations.

“Siamo soddisfatti della qualità della crescita nel trimestre e della vitalità del nostro business in mercati come l’Europa, l’America Latina e il Sudest asiatico. Sono risultati ancora più significativi perché raggiunti in una fase di forti investimenti e di intenso lavoro di integrazione e semplificazione organizzativa, e in uno scenario macroeconomico incerto. Entro fine anno sarà completata l’integrazione di tutti i business e stiamo già vedendo i risultati delle iniziative intraprese negli ultimi dodici mesi. Riteniamo pertanto di poter accelerare la crescita del gruppo dal 2017, mantenendola sana e sostenibile nel lungo periodo”.