Petrolio Usa oltre quota $72 dopo calo scorte più pesante da settembre 2016

27 Giugno 2018, di Daniele Chicca

Il calo delle scorte settimanali di barili Usa più accentuato da quasi un anno ha dato un’ulteriore spinta al petrolio sui mercati. I contratti WTI, che già scambiavano saldamente sopra l’area 70,50 dollari al barile prima della pubblicazione dei dati, ora hanno oltrepassato la soglia dei 72 dollari al barile. Il balzo del contratto ha ampliato il gap con i future sul Brent.

Dopo che l’API ha riportato una flessione netta delle scorte (-9,22 milioni di barili), il Dipartimento dell’Energia Usa (DOE) ha confermato l’andamento, certificando un calo di 9,891 milioni di barili, la flessione più marcata da settembre 2016. Per spiegare il calo sorprendente delle scorte di barili della scorsa settimana, basti pensare che la produzione è rimasta pressoché invariata, mentre le esportazioni sono salite ai massimi record.