Petrolio in rialzo dopo nota positiva di Goldman Sachs

16 Maggio 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Sessione positiva per i prezzi del petrolio crude in rialzo sulla scia del giudizio bullish di Goldman Sachs, che ha affermato che, a suo avviso, il mercato del petrolio ha virato da una situazione di surplus a una di deficit. Goldman è stata decisamente ribassista, fino a poco tempo fa, sulle quotazioni del petrolio, tanto da aver avvertito recentemente su un imminente crash dei prezzi.

La banca Usa ha cambiato idea, facendo riferimento ora alle difficoltà che colpiscono il fronte dell’offerta in Nigeria, Venezuela e Cina.

“Il mercato del petrolio si è trasformato da un mercato vicino alla saturazione delle scorte a uno in deficit, molto prima di quanto prevedessimo…probabilmente il mercato è scivolato in una situazione di deficit a maggio…sulla scia sia della forte domanda che a causa del calo sostenuto della produzione”.

Goldman ha di conseguenza alzato le stime del secondo semestre del 2016 sui prezzi del petrolio WTI crude, scambiati a New York, a $50 al barile, dai $45 attesi a marzo. Ciò ha portato le quotazioni del contratto a salire attorno a $47 al barile. Il Brent anche ha segnato un forte rialzo, superando la soglia di $48,55.