Petrolio, il rimbalzo di Brent e Wti perde slancio

8 Gennaio 2016, di Daniele Chicca

Martedì scorso l’AD di British Petroleum aveva avvertito che il petrolio toccherà un minimo record assoluto nel primo trimestre del 2016. Per ora le quotazioni del greggio sembrano invece, complice anche il ritorno al sereno del clima sui mercati in Cina, avere voglia di rimbalzare dopo aver toccato i minimi di 14 anni (vale sia per il Wti sia per il Brent).

Nella prima mattinata di oggi, dopo le 9.30 italiane, il contratto sul Brent era in rialzo di anche l’1,69% a quota $34,29 mentre il future analogo sul West Texas Intermediate era in progresso dell’1,2% a $33,70 al barile. Da quel momento in poi i guadagni si sono ridotti e al momento i due contratti scambiano con un incremento di mezzo punto percentuale circa. Il brent fa +0,49% a $33,92 e il Wti fa +0,2% in area $33,34.