Petrolio: Covid rappresenta ancora rischio per ripresa domanda

2 Agosto 2021, di Redazione Wall Street Italia

Inizio d’ottava sotto pressione per le quotazioni del petrolio. In particolare, il Wti cala di quasi l’1% a 73,25 dollari al barile mentre il Brent indietreggia dell’1,10% a 74,6 dollari. “Ci sono probabilmente alcune preoccupazioni sulla diffusione della variante Delta in Cina. E mentre il numero di casi giornalieri è ancora basso (solo 75 domenica), sono state introdotte misure più severe nelle città più colpite”, segnalano gli esperti di commodities di ING che ricordano che anche altri paesi in Asia stanno estendendo o reintroducendo le restrizioni relative al Covid-19. Tra cui parte della Thailandia e la capitale filippina, Manila, che tornerà in lockdown dal 6 agosto per 2 settimane. Anche l’Australia continua a registrare un aumento dei casi, con diverse regioni del paese che hanno imposto restrizioni. “Chiaramente, il Covid-19 rappresenta ancora un rischio per la ripresa della domanda, in particolare nei Paesi in cui i tassi di vaccinazione sono ancora bassi”, aggiungono da ING.