Petrolio: a New York supera $51 al barile, record in più di 10 mesi

8 Giugno 2016, di Laura Naka Antonelli

Sul fronte delle materie prime, il petrolio, scambiato a New York supera quota $51 e tocca il massimo in più di 10 mesi. Le quotazioni salgono per la terza sessione consecutiva, sostenute dai continui problemi dell’offerta nigeriana e anche dai forti dati cinesi, relativi alla domanda di petrolio.

Così Carsten Fritsch, analista del settore delle commodity presso Commerzbank:

“Il sentiment di mercato è positivo. Il trend e il momentum preludono a ulteriori guadagni”.

Si attende a questo punto il dato che sarà diffuso dall’agenzia Usa EIA, relativo alle scorte settimanali di petrolio, alle 16.30 ora italiana. Le quotazioni del greggio hanno beneficiato anche del rallentamento del dollaro, con il Dollar Index che viaggia ai livelli più bassi delle ultime cinque settimane, nei confronti di un paniere di valute.

Alle 14.25 ora italiana, i prezzi del contratto WTI scambiato a New York salgono +1,25%, a $50,99 al barile, mentre il Brent fa +1,48%, a $52,20. A New York, i prezzi sono volati fino a $51,12, al record dallo scorso luglio.