Parlamento europeo: No al Ceta, distruggerebbe lavoro in Europa

9 Dicembre 2016, di Laura Naka Antonelli

L’accordo di libero commercio tra l’Unione europea e il Canada -noto come CETA- distruggerebbe il mercato del lavoro europeo e dovrebbe essere rifiutato. Sono queste le conclusioni a cui è pervenuta la commissione lavoro del Parlamento europeo.

L’Ue e il Canada hanno firmato l’accordo Ceta a ottobre, dopo diverse esitazioni mostrate in diversi paesi dell’area come l’Austria e l’opposizione arrivata dal Belgio.

Il Ceta deve ricevere l’ok definitivo dal Parlamento europeo, il cui voto è atteso per il mese di febbraio.

Il parere espresso dalla Commissione lavoro del Parlamento europeo è inequivocabile: la commissione ha votato con 27 voti favorevoli e 24 contrari per una mozione che stabilisce che il Parlamento non dovrebbero dare il via libera all’accordo, in quanto l’effetto potrebbe essere una perdita di ben 204.000 posti di lavoro nell’intera Unione europea.