Nuove assunzioni: al via sgravi contributivi per le aziende

30 Marzo 2016, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) –Al via l’esonero contributivo per le nuove assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel 2016, introdotto dalla Legge di Stabilità e ora spiegato nei dettagli dall’Inps con la circolare n. 57 del 29 marzo 2016.

Lo sgravio è stato introdotto al fine di promuovere forme di occupazione stabile e consente una decontribuzione entro un tetto massimo di 3.250 euro su base annua grazie alla riduzione dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro del 40% del loro ammontare per due anni dalla data di assunzione di lavoratori che, nei sei mesi precedenti, non abbiano avuto rapporti di lavoro a tempo indeterminato.

A fruire dell’esonero, come spiega l’Inps, sono tutti i datori di lavoro privati, esclusi i datori di lavoro domestico e con condizioni differenziate per le aziende agricole, e riguarda tutti i rapporti di lavoro a tempo indeterminato, sia nuove assunzioni che trasformazioni, compresi i casi di regime di part-time, con l’eccezione dei contratti di apprendistato.