Nadef, Bankitalia: debito pubblico sostenibile ma attenzione ai rischi

12 Ottobre 2020, di Redazione Wall Street Italia

Debito italiano sostenibile anche senza il sostegno del Recovery Fund? Sì per Bankitalia, con le opportune precisazioni e gli opportuni avvertimenti.

La Nadef, prendendo in considerazione anche lo scenario in cui non si tiene conto dei fondi che arriveranno dal Next Generation EU, ovvero dal Recovery Fund, a seguito del 2023, “argomenta correttamente che anche in questa prospettiva il debito pubblico italiano è sostenibile – ha fatto notare Eugenio Gaiotti, responsabile economista della Banca d’Italia, nel corso di un’audizione davanti alle commissioni Bilancio di Camera e Senato sulla Nadef – Tuttavia la stabilizzazione del debito su livelli molto elevati lascerebbe il nostro paese fortemente esposto a rischi derivanti da tensioni sui mercati finanziari o da nuovi shock economici”.