Mps congelata in Borsa, poi rally fino a +13%. Carige: ultimi rumor

24 Novembre 2016, di Laura Naka Antonelli

Nel giorno dell’assemblea straordinaria sul piano di salvataggio di Mps, il titolo non riesce a fare pezzo con un balzo teorico del 10% circa, poi entra nelle contrattazioni di Piazza Affari e mette il turbo salendo fino a +13%. Le quotazioni rallentano il passo e alle 9.41 ora italiana segnano un progresso del 7,86% a 0,2402.

Tra le banche sotto i riflettori si mette in evidenza, oltre a Mps anche Banca Carige, con il titolo che balza di oltre il 5% sulla scia di rumor riportati dal quotidiano Il Messaggero.

Secondo le indiscrezioni Guido Bastianini durante il cda di Banca Carige che si è svolto nella serata di ieri avrebbe tenuto un colloquio con la Bce, riscontrando una maggiore flessibilità da parte della Banca centrale europea sul nodo dei crediti deteriorati. In particolare, la Bce avrebbe concesso una proroga per la presentazione del piano industriale fino a fine febbraio.Il cda avrebbe avrebbe inoltre confermato la vendita a inizio 2017 della prima tranche da 0,9-1,0 miliardi di euro di sofferenze.