Mirabaud Am: la Brexit non segnerà lunga recessione

29 Agosto 2016, di Alberto Battaglia

“Pensiamo che l’economia del Regno Unito probabilmente eviterà una recessione lunga e sostenuta, considerato che i consumi delle famiglie rimangono un fattore positivo”, così Jero Jung, capo economista di Mirabaud Am commenta le prospettive che si aprono per la Gran Bretagna a distanza di circa due mesi dall’esito del referendum che ne ha prefigurata la Brexit. “I dati economici suggeriscono un recupero dopo il referendum per la Brexit. Guardando alla domanda interna, le vendite al dettaglio indicano che la spesa dei consumatori è rimasta vigorosa in luglio”, scrive Jung, che aggiunge: “L’elemento determinante sarà l’incertezza riguardo alle decisioni di investimento delle aziende, con i livelli di fiducia dopo la Brexit che sono significativamente diminuiti per via delle insicurezze sul futuro sia degli accordi commerciali sia delle politiche sull’immigrazione”.