Mercati, investitori europei stanno perdendo la fiducia nel 2017

31 Gennaio 2017, di Daniele Chicca

La fiducia degli investitori mondiali è calata di 0,3 punti, attestandosi al livello di 93,8 punti a gennaio. Lo rilevano i dati pubblicati da State Street Global Exchange. La contrazione è dovuta principalmente dalla prova deludente dell’indice europeo (Investor Confidence Index) (ICI) del gruppo: nel primo mese del nuovo anno è sceso di 7 punti al livello di 92,9, seguito dall’indice asiatico che è calato di 0,4 punti al livello 108,1. L’indice nordamericano è invece salito di 2 punti, passando da 87,6 a 89,6.

“Le valutazioni eccessive e il rischio geopolitico non hanno sostenuto il sentiment globale all’inizio del 2017”, ha commentato Ken Froot di State Street Associates. “Mentre i mercati finanziari hanno bisogno di stabilità politica, il cambiamento politico ha un effetto dirompente. Con la nuova amministrazione USA che si è insediata a metà mese, i timori per le politiche commerciali e l’ascesa del dollaro hanno assunto un ruolo centrale per il 2017″.

Per Rajeev Bhargava, managing director e responsabile Investor Behavior Research di State Street Associates, è inoltre interessante notare che, “dopo un voto più costruttivo di fiducia da parte degli investitori europei nel mese di dicembre, il sentiment si è in qualche modo attenuato all’inizio del nuovo anno”. “Le preoccupazioni sulle imminenti elezioni francesi e olandesi, così come una hard Brexit, possono aver alimentato questo tono cauto”.