Mercati: investitori asiatici trainano la fiducia globale, europei depressi

27 Settembre 2016, di Mariangela Tessa

NEW YORK (WSI) – Sale a livello globale la fiducia degli investitori. Nel mese di settembre, State Street Global Exchange e’ cresciuto di 5,8 punti a livello globale, raggiungendo un livello di 95,5 punti. Il miglioramento è guidato dall’indice asiatico, passato da 105,9 a 118,6 punti, e dall’indice nordamericano, che ha raggiunto 92,3 punti dai precedenti 89,6. Solo l’indice europeo è sceso da 86,8 a 84,9 punti.

“A livello globale a settembre la fiducia degli investitori istituzionali resta debole, in linea con le prospettive economiche e la bassa inflazione persistente. A livello regionale, l’inazione da parte della Banca Centrale Europea ha spinto la volatilità del mercato azionario e ha intaccato ancora di più il sentiment europeo. Nel frattempo, gli investitori sono più ottimisti rispetto all’Asia, probabilmente incoraggiati dal continuo sostegno politico in Cina ” ha dichiarato Jessica Donohue, executive vice president e chief innovation officer di State Street Global Exchange.

“Gli investitori istituzionali nordamericani restano avversi al rischio al momento, nonostante le prospettive più ottimistiche per l’economia e la valutazione della Fed che i rischi a breve termine siano grosso modo equilibrati”, ha aggiunto Kenneth Froot di State Street Associates. “Sembra che gran parte del sentiment sul rischio sia influenzato dalla politica degli Stati Uniti, con il focus che si sposta verso le prossime elezioni presidenziali e le possibili implicazioni”.