Mercati: indici contrarian invitano alla prudenza

14 Dicembre 2015, di Daniele Chicca

I principali indici di Borsa in Europa e Stati Uniti sono risaliti a un livello vicino, se non superiore, a quello visto in gennaio. Nonostante i cali dell’ultima settimana, i prezzi dei mercati azionari sono ancora da considerare troppo cari. E gli indicatori contrarian di mercato invitano gli investitori alla cautela.

Secondo la società PARUSMO Capital, la percentuale di titoli di Borsa da detenere in portafoglio consigliata dai broker e banche principali segnala un calo probabile degli indici, che si trovano su livelli storicamente elevati. La percentuale è infatti la più alta osservata dal 2007. È quella appena descritta una situazione che invita alla prudenza, perché comporta previsioni pessimiste in fatto di guadagni potenziali: più la percentuale suggerita di azioni è alta, più bassi saranno i rendimenti ottenuti nei prossimi dodici mesi.