Mercati, il Bitcoin si avvicina alla croce della morte tecnica: cosa significa

29 Marzo 2018, di Daniele Chicca

Dal punto di vista dei grafici il Bitcoin si avvicina alla croce della morte. Dopo che i prezzi, in seguito a un calo del 60% in appena tre mesi di tempo, sono scesi sotto quota 8mila dollari, per gli investitori è giunto il momento di preoccuparsi seriamente, almeno a giudicare dai grafici.

Quando la media a breve termine (quella mobile a 50 giorni) scende sotto la media a lungo termine (a 200 giorni), indice di un momento di difficoltà estremo per l’asset di riferimento, si parla di croce della morte. Nello specifico il termine viene utilizzato dagli analisti tecnici per illustrare un segnale ribassista futuro.

Nel caso del Bitcoin, la media a 50 giorni è già scesa sotto quella a 100 giorni. Faranno attenzione all’andamento delle prossime sedute gli ottimisti del settore crypto e gli speculatori, in quanto potrebbe presto presentarsi un ghiotto punto di ingresso.