May: non abbiamo voltato le spalle ad amici europei. Sale la sterlina

19 Gennaio 2017, di Laura Naka Antonelli

“Alcuni partner europei temono che il Regno Unito abbia voltato loro le spalle”. Così la premier britannica Theresa May, in un discorso proferito al World Economic Forum che si sta svolgendo a Davos. May ha voluto rassicurare l’Europa, affermando che la decisione di lasciare l’Ue decretata dalla vittoria della Brexit al referendum dello scorso 23 giugno del 2016 non è un rifiuto dei “rapporti di amicizia” con “i nostri partner”.

May continua affermando che Brexit significa che i britannici dovranno attraversare un periodo di importantissimi cambiamenti e che in ogni caso il Regno Unito è pronto a ricoprire un nuovo ruolo di leadership, proponendosi come il sostenitore tra i più forti delle attività di business, del libero mercato e del libero commercio.

Sui mercati valutari, positiva la reazione della sterlina, che marcia verso l’altro anche approfittando della debolezza del dollaro, che continua dopo le recenti dichiarazioni di Donald Trump.

Così May:

“Il Regno Unito sarà sempre aperto al business. Aperto a tutti coloro che vogliono acquistare i nostri beni e servizi”.