Made in Italy, le nostre aziende svendute all’estero: operazioni per 17 miliardi

7 Novembre 2016, di Daniele Chicca

Le aziende italiane sono state comprate dalle concorrenti straniere a un ritmo record negli ultimi tempi. In cinque anni le operazioni di fusione e acquisizione (M&A) che hanno coinvolto aziende del Made in Italy sono cresciute del 30%.

Le più comuni operazioni di acquisto hanno visto una rivale acquistare un’impresa italiana. Il valore di queste operazioni è balzato da 5 a 17 miliardi dal 2011. Se si tiene conto delle dieci compravendite più importanti, solo in tre casi su 10 una delle aziende italiane era presente come acquirente.

Negli altri casi era l’obiettivo dell’operazione di acquisto, come nel caso di Pirelli: nell’operazione più grande di tutte, la cinese China National Chemical ha acquistato il gruppo di pneumatici per 7,1 miliardi di euro.