M5s, concordato con il Mise un pacchetto di aiuti per le imprese della zona rossa

27 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

Definito un primo pacchetto di norme a favore delle imprese delle cosiddette zone rosse: è quanto comunica la delegazione del M5s in commissione attività produttive alla camera. Al termine di un incontro con il ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli, sarebbe stato concordato quanto segue: “il potenziamento del Fondo di garanzia per le PMI, che arriva a 750 milioni di euro, con accesso facilitato al fondo per le imprese delle zone colpite”; la sospensione “dei pagamenti dei premi assicurativi e delle bollette di gas, luce e acqua; sospesi anche i diritti di segreteria e il diritto annuale dovuti alla Camera di Commercio, i pagamenti nei confronti di Invitalia, le rate dei mutui bancari e il versamento corrisposto ai fondi mutualistici del 3% degli utili di esercizio”.

“Verranno poi prorogati l’entrata in vigore delle procedure di allerta per tutte le Pmi e tutti i bandi per gli incentivi per imprese previsti dal Mise. Un primo importante intervento a favore del nostro settore produttivo, al quale seguiranno altre misure nei prossimi giorni. Lo Stato continuerà a far sentire la propria presenza, per evitare che le nostre aziende possano subire danni, diretti o indiretti, a causa delle misure restrittive previste per contenere l’epidemia”, concludono i deputati pentastellati.