L’estate degli italiani? 1 su 2 investe sulla cura della propria casa

9 Luglio 2020, di Mariangela Tessa

L’estate 2020 non sarà ricordata come un’estate in quarantena, ma sicuramente come un’estate più casalinga.
Messe a dura prova durante l’isolamento forzato, le abitazioni necessitano di maggiore cura e maggiori interventi da parte dei professionisti del settore, gli italiani stanno orientando i propri investimenti sui servizi in grado di renderle ambienti idonei ad ospitarli nei mesi più caldi dell’anno, in vista di una tendenza in crescita: vacanze più brevi e a pochi chilometri da casa.

ProntoTrends, l’Osservatorio di ProntoPro sul mercato dei servizi, evidenzia infatti come un italiano su due sia più propenso ad investire per l’estate 2020 nella cura della propria abitazione, un dato in crescita rispetto al 2019, quando il 55% dei consumatori si concentrava invece su servizi legati a benessere e tempo libero.

I servizi più richiesti sono orientati al comfort abitativo: installazione di aria condizionata, ma anche di piscine (+12% rispetto al 2019). Sempre importanti i servizi dedicati al benessere della persona, scelti da 1 italiano su 3, ma in calo del 20% rispetto alla scorsa estate.