Lavoro, mezzo milione di italiani costretto a trasferirsi all’estero

22 Giugno 2017, di Livia Liberatore

Sono 509 mila italiani ad essersi trasferiti all’estero per motivi di lavoro, nel periodo 2008-2016. Lo dice il rapporto “Il lavoro dove c’è”, dell’Osservatorio statistico dei consulenti del lavoro. Il primo Paese di emigrazione è la Germania, seguito dal Regno Unito e poi dalla Francia.

La disoccupazione nel Mezzogiorno ha portato 383 mila persone ad andare via dalla propria regione: di questi 273 mila si sono trasferiti al nord Italia e 110 mila al centro. I flussi più intensi sono partiti da Campania, Puglia e Sicilia soprattutto verso Lombardia, Emilia Romagna, Lazio e Toscana.