Lavoro, Istat: nei primi tre mesi dell’anno contratto scaduto per il 50%

29 Aprile 2019, di Alessandra Caparello

Eccede il 50% la quota di dipendenti italiani che hanno il contratto di lavoro scaduto nei primi tre mesi del 2019. Lo rivela l’Istat secondo cui l’attesa del rinnovo per i lavoratori con il contratto scaduto è in media di 12,7 mesi.

A marzo l’indice delle retribuzioni contrattuali orarie è invariato rispetto al mese precedente e aumenta dell’1,4% nei confronti di marzo 2018. Complessivamente, nei primi tre mesi del 2019 la retribuzione oraria media è cresciuta dell’1,6% rispetto al corrispondente periodo del 2018.