Italia: Pmi servizi in rallentamento conferma dubbi sul futuro

5 Ottobre 2016, di Laura Naka Antonelli

Notizie no dal fronte macro dell’Eurozona e, in particolare, dell’Italia. Il dato compilato da Markit è sceso a settembre a 50,7 punti dai 52,3 punti di agosto, al di sotto delle attese, e non molto superiore a quei 50 punti che rappresentano la linea di demarcazione tra fase di contrazione e fase di espansione.

Tra l’altro l’indice PMI composite dell’Italia- che riassume sia l’indice Pmi dei servizi che quello manifatturiero – è sceso al minimo in quattro mesi, ovvero a quota 51,1 punti.