Italia: aperta istruttoria contro quattro big del cemento

27 Novembre 2015, di Alessandra Caparello

ROMA (WSI) – Aperta dall’Antitrust un’istruttoria su Buzzi Unicem, Cementir Italia, Industria Cementi Giovanni Rossi e Holcim Italia. L’indagine è partita dalla segnalazione di un’impresa operante nella produzione e vendita di calcestruzzo preconfenzionato in Piemonte, diretta a denunciare un presunto cartello da 4 big del cemento sul prezzo di vendita. In base alla segnalazione infatti le 4 aziende a giugno di quest’anno avrebbe comunicato al cliente un contemporaneo aumento del prezzo del cemento pari a 9 euro a tonnellata.

“Non può escludersi l’esistenza di un’intesa, dal momento che, oltre tutto, l’aumento parallelo non pare avere altre e diverse giustificazioni economiche“.

Gli stabilimenti produttivi che risultano direttamente coinvolti dagli aumenti di prezzo sono localizzati in diverse regioni dell’area Nord-Ovest e nell’Emilia Romagna, come precisa nella sua delibera l’Antitrust.

“L’ambito territoriale che già allo stato appare interessato dalle condotte coincide con una parte rilevante del mercato nazionale, ma vista la dimensione di alcune delle parti, nonché la loro diffusa presenza e attività sull’intero territorio nazionale non può escludersi che le parallele condotte commerciali si estendano a un ancor più ampio ambito geografico, fino a ricomprendere l’intero territorio nazionale”.

La conclusione del procedimento  è prevista entro il 31 dicembre 2016.